ARCHIPEDIA Argomenti e strumenti per nuove esplorazioni in Archivio

Dal mese di ottobre 2010 il sito web dell’Archivio di Stato di Firenze si è arricchito di uno spazio per la didattica Archipedia, nuovo settore di attività a cui l’Istituto si è indirizzato.

L’obiettivo principale di Archipedia consiste nel tentativo di far conoscere l’Archivio (la sua missione e i suoi contenuti) ai ragazzi delle Scuole e a gruppi dell’età adulta attraverso visite mirate o, meglio, itinerari documentari strutturati: i percorsi.

Inoltre, proprio attraverso il modulo speciale aggiunto al sito web (cfr. http://www.archiviodistato.firenze.it/archipedia/), grazie al contributo dell’Ente Cassa di risparmio di Firenze e al suo portaleRagazzi.it (cfr.  http://www.portaleragazzi.it/) Archipedia si propone di offrire materiali didattici on line per un numero eventualmente più ampio di “apprendisti stregoni” della ricerca di archivio. Ad esempio offre un glossario archivistico illustrato, video e tra breve si arricchirà di “mostre” documentarie e approfondimenti vari.

Archipedia si muove in una prospettiva di cooperazione virtuosa con l’esterno. In questo senso sono stati stabiliti collegamenti con altre istituzioni fiorentine per dare forma ad alcuni progetti o eventi particolari.

Da quest’anno l’Archivio di Stato è presente infatti nei Percorsi didattici dei Musei fiorentini proposti dalla Sezione didattica del Polo Museale fiorentino con un’offerta che, attraverso l’esplorazione di documenti che parlano delle trasformazioni della vita di una famiglia fiorentina del Rinascimento e della sua dimora, integra i percorsi di visita al Palazzo Davanzati.

L’Archivio inoltre partecipa al programma  Le chiavi della città promosso dal Comune di Firenze, Assessorato all’educazione, con la collaborazione dell’Ente Cassa di risparmio di Firenze, Portale dei ragazzi con  due itinerari documentari rivolti alla classe III della scuola secondaria di I grado che mostrano i cambiamenti di Firenze al momento dell’Unità di Italia.

I percorsi che l’Archivio offre (secondo un calendario annuale, e con modalità specificamente indicate nel sito web) hanno uno svolgimento laboratoriale. Essi propongono in primo luogo argomenti, cercano di suscitare interessi su soggetti “caldi” che riguardano da vicino il mondo che ci circonda (ad es. famiglia, città, Unità d’Italia…), ma intendono anche avvicinare al particolare strumentario che occorre per saper leggere e comprendere meglio il significato dei documenti archivistici: scrittura/convenzioni espressive/ modi in cui essi sono stati organizzati e trasmessi .

Con questa breve nota abbiamo inteso soltanto segnalare l’iniziativa, riservandoci in un secondo tempo di approfondirne i punti di riferimento metodologici, e l’impatto che essa registrerà (eventualmente) nel pubblico. Quello che sin da ora preme sottolineare è che in un momento di grave affanno come questo attuale, in un clima generale volto a spendere (disperdere addirittura!) piuttosto che ad accumulare cultura, sapere e ricerca scientifica, per l’Archivio di Stato questa costituisce una autentica sfida. Essa mette a frutto le competenze dei suoi funzionari archivisti che hanno accolto con entusiasmo l’invito a cimentarsi con un ambito di attività sinora non praticato e complesso, animati da un impegno non solo culturale, ma civile.

  • author's avatar

    By: Francesca Klein

    Francesca Klein
    Archivista di Stato, responsabile della Sala di Studio e coordinatore del servizio didattico, docente di Diplomatica della Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica dell’Archivio di Stato di Firenze. E’ anche responsabile dei progetti di digitalizzazione dell’Istituto. Si è occupata a lungo di edizione di documenti del periodo tardocomunale. Ha curato anche la realizzazione di strumenti multimediali ad uso didattico dell’Archivio.

  • author's avatar

  • author's avatar

    See all this author’s posts

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *